roma

Profumo di violette o di altro?

Modello Copenaghen su tutti i giornali…

Ancora rido,

squilli di trombe per cantastorie.

Chiudo gli occhi e penso se lo avesse fatto Virginia un annuncio del genere, oggi sotto casa avremmo avuto con i forconi ambientalisti, associazioni e paladini della salute, interviste a medici ed esperti, tv e aperture di giornale catastrofici.

Se in campagna elettorale avesse detto di essere contraria e poi di botto così senza senso(alla Boris cit.)avesse detto il contrario?

Ecco cosa diceva prima di essere eletto

Immaginate cosa avrebbero detto e scritto?

Ora Zingaretti e il suo piano regionale dei rifiuti che ha visto la luce dopo oltre dieci anni di assenza(che non prevede inceneritori) che farà?

Siamo qui con i pop corn in mano.

Per assistere al nuovo balletto di parole e di facce di plastica, finte e ipocrite.

Ora il termivalorizzatore diventa una bella cosa, pulita, quasi ecologica, moderna. Sti caxxi del riciclo, del riuso e riduzione, sono per sfigati.

Ci sarà l’aria profumata a Roma, sempre di più.

Sarà come quando spruzzi in bagno il deodorante dopo aver evacuato, l’odore rimane anche se nascosto, un bel profumo di violetta,

ma tu senti che sotto sotto qualcosa non torna, dovresti aprire la finestra ma preferisci spruzzare e far finta che sia risolto il problema.

I rifiuti non verranno incendiati ma ci daranno calore, quel calore famigliare, quello di una volta.

Che bello!

Il modello Copenaghen pensavo fosse un altro,

il vero modello Copenaghen come nella foto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...