Categorie
Uncategorized

Il silenzio assordante

Non mi pesano le parole di disprezzo verso una donna di questo personaggio, mi pesa il silenzio di molti. A lui sono abituato

Dalle TV, ai giornalisti, agli opinionisti, ai parlamentari, ai molti che sono rimasti in silenzio.

Quando si parla di violenza sulle donne non è solamente violenza fisica, la maggior parte delle volte avviene con le parole.
Parole che a volte sono pesanti apprezzamenti, pesanti supposizioni e come in questi caso sminuenti e dispregiative.

Non possiamo abituarci, non possiamo farle passare, mai.

A chiunque vengano rivolte.

Serviva una risposta ferma che non c’è stata, qualcuno, che ringrazio, lo ha fatto, gli altri purtroppo no.

Categorie
Uncategorized

Tafazzi? Sono io…

Ciao,

io voto NO

perché meno parlamentari equivale a meno rappresentanza territoriale. perché ad esempio a Bolzano si è presentata la Boschi, classico esempio di deputato vicino al mio territorio.

Voto NO,

Anche se non conosco il nome di chi ho votato negli scorsi anni e non mi sono mai interessato delle sue votazioni una volta eletto.

Voto NO

Anche se sono a conoscenza che la maggior parte dei parlamentari eletti sono assenteisti e lavorano tre giorni a settimana.

Voto NO

anche se sono anni che grido e sostengo lo snellimento del ‘pachiderma’ istituzionale.

Voto NO

perché voglio più qualità ma lo stesso numero di deputati, anche se non saprei come, visto che i partiti scelgono i loro galoppini, bloccano le liste e scelgono le loro teste di legno per le loro porcate e per accontentare le lobbies, che li finanziano.

Voto No

Anche se il mio rappresentante in parlamento ha quasi sicuramente votato SI, perché la legge è passata con una larga maggioranza e non mi importa del suo voltafaccia e ora sostiene il NO.

Voto NO

perché il risparmio sarebbe solamente di 82 Milioni circa l’anno (escluse tutte le spese accessorie, non calcolabili), quasi 400 milioni ogni 5 anni e quasi 800 Milioni di euro in 10 anni (sempre escluse tutte le spese accessorie e il mondo che gira intorno ai 300 deputati). Che vuoi che sia, chissà con quei soldi quante scuole, autobus, strade, ospedali si potevano fare, ma voto NO perché si può risparmiare in altri modi ad esempio tagliando gli stipendi, ma nessuno lo fa.Quindi voto NO anche se sono cosciente che solamente il Movimento 5 stelle si taglia lo stipendio e restituisce i soldi.

Voto NO

perché voglio fare un dispetto al Movimento 5 stelle

Voto NO

perché mi stanno proprio sul caxxo sti grillini, incompetenti e incapaci.

Voto NO,

anche se so che il taglio dei parlamentari è il primo passo per poi intervenire sugli stipendi, sui privilegi e sulla nuova legge elettorale che taglierebbe fuori molti partitini al di sotto del 5%.

Voto No

perché la costituzione non si tocca, è vero non si tocca, ma questo è lo snellimento della stessa, che era pensata ad una rappresentanza diversa, dove ancora non esistevano gli eletti nelle regioni. Non si toccherebbe il funzionamento democratico ma solamente il numero troppo elevato di rappresentanti, che alla fine non rappresentano nessuno ma solamente i loro interessi.

Voto NO

anche se conosco il numero medio europeo di eletti e che il taglio ci porterebbe al loro livello.

Voto No

Sono ad un passo dal goal decisivo la palla scorre veloce sulla linea di porta, mi butto in scivolata e invece di buttarla dentro la metto fuori e penso di essere un eroe. Purtroppo ho sbagliato ancora una volta la porta, potevo segnare per la mia squadra ma sono convinto di aver salvato la partita perché sono Tafazzi e, come lui, mi piacciono le bottigliate sugli ‘zebedei’, i miei.

Categorie
Uncategorized

Ti lamenti…

Il lamento è terapia,
ti aiuta a non guardarti mai allo specchio.
Il lamento ti coccola.
Lamentarsi protegge dal cambiamento che dovresti adottare per migliorare il tuo modo di essere e di comportarti in una comunità chiamata CITTA’.
Ti lamenti per qualsiasi cosa,
Ti lamenti delle corsie preferenziali perché non hai mai preso un autobus.
Ti lamenti delle piste ciclabili perché non hai mai avuto la voglia di uscire in bicicletta,
Ti lamenti del blocco del traffico perché non puoi andare con i mezzi al lavoro ma non ti ho mai sentito dire una parola per i morti da inquinamento, per il riscaldamento globale,  per i disastri ambientali,
Ti lamenti delle multe perché l’avevi lasciata solo 5 minuti in doppia fila,
Ti lamenti degli autovelox perché non si può andare così piano in città,
Ti lamenti dei ciclisti in mezzo alla strada per il motivo di cui sopra,
Ti lamenti delle videocamere perché non vuoi essere controllato e imprechi se ti arriva la multa perché sei passato in una zona dove non potevi,
Ti lamenti se un pedone ti fa frenare mentre attraversa ma non ti ho mai sentito arrabbiato per i morti in strada che ci sono nella tua città,
Ti lamenti per i lavori stradali perché poi come fai ad arrivare in tempo ma non ti interessa se prima erano mai stati fatti,
Ti lamenti della mondezza ma non sai cosa significa, fare la differenziata,
cosa significa ridurre e produrre meno rifiuti,
riciclare e riusare,
non fai nulla di concreto per migliorare la situazione,
continui a buttare le cicche per terra, a gettare i rifiuti ovunque, lasci i mobili per strada, dai le tue cose agli svuota cantine per non andare all’isola ecologica,
Ti lamenti per ogni cosa che possa toccare il tuo mondo,
Ti lamenti perché cambiare le tue abitudini e il tuo modo di fare è difficile.
Ti lamenti perché alla fine rimanere nella tua zona di comfort è bello e non vuoi uscirne, è come quando devi scegliere se guardare la TV oppure studiare, informarti, leggere ed essere attivo, preferisci il divano e spegnere il cervello per quelle ore che ti separano dal giorno in ufficio, il resto non conta.
Meglio essere passivi, rimanere nel proprio bozzolo.
Continua a lamentarti,
però non mi dire niente,
non voglio essere il tuo cestino dove getti la tua rabbia,
non voglio essere il tuo alibi.
Ti direi cambia, ma forse, nel farlo, ti lamenteresti comunque.
stress
Categorie
MoVimento 5 stelle Uncategorized

Parco Lineare ennesima vergogna

Stavolta non parlerò della cattiva manutenzione del parco, dei rifiuti, del costo del parco, del mancato collaudo, di zone promiscue ad elevata percentuale di incidente tra ciclisti e bambini, di zone non illuminate, di cancelli chiusi, di catene che ostacolano la libera circolazione, di manutenzione della pista ciclabile appena rifatta e subito sbriciolata dopo pochi mesi. No sono stanco, siamo stanchi.

Stasera dopo una giornata dura di lavoro e riunioni fino alle 20 per il Movimento 5 stelle mentre tornavo a casa mi sono trovato tra la stazione Balduina e Gemelli questi nastri della polizia municipale senza nessuna segnalazione alla stazione.

IMG_5462

Sbalordito e stanco, per non tornare indietro scendo dalla bici e passo sotto il nastro camminando adagio per vedere di cosa si trattasse.

Arrivo vicino al parcheggio del Gemelli e trovo i cancelli chiusi con persone, alcune anziane , in difficoltà che cercavano di scavalcare perché bloccate a piedi tra le due stazioni.

 

Io con la mia bicicletta per non tornare indietro e rifarmi tutta la salita da Balduina ho scavalcato(video) sul lato destro con la bici e poi sono rientrato subito dopo il cancello.

E’ mai possibile che dobbiamo subire ancora l’incompetenza di questa amministrazione nel gestire un parco del genere?

E’ mai possibile chiudere dentro persone che stavano passeggiando nel parco?

Si può sapere chi sono i responsabili?

Qual era il pericolo imminente che giustifichi la chiusura del parco con la gente dentro??

Che pericolo c’era? Perché non c’era nessuno?

Perché non è stato segnalato che era stato bloccato l’accesso?

Qualcuno ne risponderà??

Spero di si, il 5 Giugno o il 19 Giugno!

 

 

 

 

 

Categorie
MoVimento 5 stelle Uncategorized

Il bisogno di “Etichettare”

virgi etichetta.jpg

 

Com’è difficile!!

Il nostro bisogno di appiccicare un’etichetta a qualsiasi cosa ci rende schiavi del nostro pensiero e del nostro modo di essere.

Per ogni cosa riusciamo a mettere un’etichetta!

Quello è antipatico, quello è di destra, è di sinistra, è un ciclista, è della Lazio, è della Roma , è comunista etc.

Questo modo di incollare le etichette a qualsiasi situazione ci allontana quasi sempre dalla realtà, una volta etichettata la situazione o il soggetto, il nostro cervello si chiude.

Non è più aperto, non è più curioso perchè ormai ha classificato, ha analizzato e archiviato.

Le menti libere e più aperte invece, hanno capito che questo modo di ragionare è deviante .

Le menti che stanno oltre si fanno domande, coltivano dubbi, mettono in discussione ciò in cui hanno sempre creduto, ascoltano le altre persone e magari modificano la loro opinione.

Non sono più tifose

In questi giorni ho sentito e letto tutto e il contrario di tutto su Virginia Raggi.

I media stanno impazzendo.

E’ di destra, è di sinistra, è della Lazio, è amica di Previti, ha come amici quelli dell’ex lavanderia che hanno occupato un padiglione del S.Maria…eccole qui le etichette!

Nessuno ascolta quello che dice, serve un’etichetta subito!

altrimenti come la classifichiamo??

Non ce la fanno proprio! Si sentono spaesati, come la maggior parte delle persone che non riescono a capire se non tramite un cartellino appiccicato.

I media cercano di inculcare nelle altre persone la loro etichetta.

A loro non importa chi è Virginia, cosa dice, se è onesta, non interessa proprio.

Loro vogliono classificarla.

Tante stupidaggini(e mi tengo) ho letto, una cosa posso dirla a voce alta:

RASSEGNATEVI siamo imprendibili..non ci avrete mai, etichettati, destra sinistra centro, ormai non ci fregate più.

Il tempo per dividerci è finito!

Il nostro obiettivo è chiaro, vogliamo ridare ai cittadini il potere di decidere il loro futuro e la loro dignità!

Vogliamo spazzare via il fango che copre da troppo tempo questa città e questo paese.

Il programma è chiaro, le etichette le lasciamo a chi non riesce a vedere un futuro,

a chi non riesce a cambiare, a chi è fermo al palo

(Quando ce stava lui…Compagni…Duce..Forza Lazio e Forza Roma).

QUANDO ETICHETTATE UNA PERSONA O UN ASPETTO DEL MONDO IN MODO GLOBALE STATE ESCLUDENDO QUALSIASI POSSIBILITA’ DI CAMBIAMENTO E MIGLIORAMENTO!

Ponetevi dubbi, sempre!

Ce la faremo. E se non ce la faremo possiamo dire con orgoglio che ci abbiamo provato seriamente!

 

Categorie
MoVimento 5 stelle Vita

ONESTA’…Quanto sei bella…

24 Gennaio 2015, la notte dell’onestà è arrivata.

Una parola che sta tornando di moda grazie a dei ragazzi che la pretendono e la difendono ad alta voce ogni giorno.

Una parola bella, che deve essere l’orgoglio di tutte le persone che ogni sera potranno guardarsi dritto negli occhi allo specchio senza abbassare lo sguardo.

E’ arrivato il momento di far sentire la voce delle persone oneste, quelle che combattono ogni giorni per un mondo pulito.

L’onestà è rara in questo mondo, ma è il requisito fondamentale per amministrare il bene comune.

Lo dobbiamo pretendere tutti, se non si ha questo TIC (cit.Beppe) non si può essere degni di ricoprire una funzione pubblica.

Fuori i mafiosi, i condannati, i ladri, i corrotti.

Bisogna cacciarle queste persone.

COSTORO non potranno mai rappresentarci, mai!

Vogliamo che le istituzioni siano libere dalle persone senza scrupoli che pensano solo ai propri “affari”.

Ti aspettiamo, domani,  il 24 dalle ore 16.30 a Piazza del Popolo per gridare forte: ONESTA’!!

Se sei di un altro partito ma ti reputi onesto domani è anche il tuo giorno, ci sono persone oneste ovunque ma molto spesso si sentono sole e fuori dal mondo, da domani però non lo saranno più.

Noi ci siamo, fai uscire la tua voce.

Ti aspettiamo!!

Onestà…quanto sei bella!

Categorie
MoVimento 5 stelle Uncategorized Vita

Quando i partiti si fanno belli e non riescono a mantenere quello che promettono.

10 Marzo 2012, Via Trionfale.

Nello spartitraffico ormai abbandonato da anni, alcuni cittadini, sponsorizzati dal più grande partito di promesse non mantenute, tutto chiacchere e distintivo, si apprestano a riqualificare l’aria con un’iniziativa lodevole. Piantando una trentina di alberi e ripulendo la zona come dimostrano queste foto.

Immagine

Immagine

I giornali in pompa magna definiscono questa operazione come l’iniziativa del secolo nel nostro municipio e quasi tutti i cittadini credono alla favola che quella zona non sarà più abbandonata al degrado e sarà riqualificata.

Quanto sarà costata quest’iniziativa? Sono soldi dei cittadini o dei circoli del PD? Non lo sapremo mai.

Il Pd Monte Mario e tutti i circoli del Pd del municipio scrivono questo nel comunicato:

Si tratta di un atto d’impegno civico per il quale invitiamo la cittadinanza a partecipare, a tornare ad essere protagonista, a segnalare situazioni critiche, a fare festa dove le cose migliorano. Lavoriamo insieme per avere un quartiere più sostenibile, più civile, più bello”!

Per fortuna la rete non dimentica e questi articoli si ritrovano con una facilità imbarazzante, imbarazzante ovviamente per chi dice di volersi occupare del bene pubblico.

Bastano però pochi mesi e i cittadini tanto volenterosi e sempre il PD,tutto chiacchere e distintivo, si dimenticano di quel posto, passano dei mesi e degli anni.

Oggi 18 Marzo 2014, dopo ben due anni, ecco i risultati.

Immagine

Immagine

Questo è come i partiti fanno credere che la gestione del bene pubblico sia una loro priorità.

Questo è l’esempio di come i partiti prima delle elezioni fanno credere ai cittadini che si preoccupano per loro.

Quante volte abbiamo visto queste iniziative poi cadute nel vuoto?

Quante volte abbiamo visto la strada sotto casa, sempre dissestata, magicamente asfaltata pochi giorni prima delle elezioni?

Ci siamo stancati, noi vogliamo che chi ci governa si preoccupasse sempre del decoro di questa città non solo nei momenti a loro più convenienti per strappare dei voti.

L’esempio dello spartitraffico è un piccolo esempio, ma fa capire bene come i partiti gestiscono la nostra vita.

Mandiamoli a casa!

Categorie
Uncategorized

Rosarno chiama Roma risponde

Eccoci di nuovo con le arance di Rosarno. Quando questa terra chiama i cittadini di buona volontà rispondono!

Rispondono perché capiscono che ordinare le arance in una terra difficile come Rosarno, dove tantissimi migranti vengono sfruttati per pochi euro al giorno e dove la n’drangheta e la mafia la fanno da padrone, è fondamentale per dire basta allo sfruttamento di persone e per garantire loro un lavoro regolare, pagato il giusto e senza l’ombra di una mano oscura che gestisce questo business.

Quando Rosarno lancia un SOS i cittadini sensibili che appartengono ad un gas, ad una comunità e ad un movimento rispondono massicci.

Anche oggi, tra mille difficoltà di organizzazione, di trasporto, di pioggia, di lavoro, ce l’abbiamo fatta. Prendersi un giorno di ferie per organizzare lo scarico è entusiasmante, sentire tutto il gruppo emozionato per delle arance è qualcosa di unico che solamente chi non vive la realtà dei gruppi d’acquisto non potrà mai capire.

Andare al supermercato è sicuramente più semplice ma dietro la grande distribuzione c’è la morte dei contadini, lo sfruttamento della natura e degli uomini pagati un soldo di cacio per un’intera giornata di lavoro.

E’ bello conoscere ragazzi calabresi che si impegnano per la legalità e per far tornare nella loro terra un’aria pulita che manca da troppo tempo. Questi sono i ragazzi di SOS ROSARNO

E’ bello vedere i loro volti stanchi per il viaggio rallegrarsi appena arrivati, è bello scambiare alcune riflessioni sul progetto messo in piedi senza essersi mai visti e conosciuti, è bello scoprire alcuni modi di conservazione delle arance che sicuramente al supermercato non ti diranno mai, è bello avere in comune un’idea di mondo basato sul rispetto reciproco e sulla sostenibilità ambientale.

Sono solo delle arance ma il semplice acquisto può cambiare gli scenari e gli equilibri di questo mondo.

Rosarno chiama, noi rispondiamo!

Alcuni momenti dello scarico

Immagine

Immagine

Immagine

Categorie
MoVimento 5 stelle Uncategorized

Noi ci siamo e voi?

Si è concluso l’ultimo insediamento dei cittadini a cinque stelle all’interno del comune di Roma. Ho assistito prima all’ingresso nel nostro municipio di Donatella e Marco giovedì scorso e l’emozione è stata forte, oggi all’assemblea capitolina all’ingresso di Marcello, Virginia, Daniele ed Enrico. per non parlare di tutti gli altri Paolo, Manuela, Tito, Veronica, Danilo,Eleonora, Giovanni, Massimo, Raffaele, Maria,Fabio,Monica,Andrea,Carlo,Valentina,Gep,Giuliana,Alessio,Daniele,Francesco. Dimentico qualcuno e non conosco tutti ma vorrei dire loro, anche a quelli non citati, FORZA!!!!

Siamo nati per far entrare i cittadini là dentro, ora ci siamo. Tutti insieme dobbiamo essere bravi a costruire quella rete di persone che faccia da tramite per portare nelle istituzioni i problemi reali delle persone.Dobbiamo essere bravi ad ascoltare il territorio e far parte di esso. Bisogna continuare nelle strade per informare e accogliere le istanze dei cittadini. Dobbiamo creare una comunità in grado di recepire e proporre soluzioni diverse e alternative.

965630_614833365208706_1943171466_o 1039652_554107204634932_1941788950_o

Eravamo partiti in municipio con l’acquisto di un tavolino a 17  Euro e mezzo e abbiamo cominciato a fare info point in tre persone. Un gruppo eterogeneo che è cresciuto con l’aiuto di moltissime persone. Quando ho sentito nominare Iorio e Terranova mi sono venuti i brividi, ero contento. Perché il primo traguardo era stato raggiunto. Con molto lavoro, tutti insieme ci siamo riusciti, finalmente siamo dentro alle stanze dei bottoni. Certo il nostro ruolo sarà di opposizione ma sono convinto che riusciremo a dire la nostra.Finalmente potremmo veramente fare qualcosa di concreto, potremmo far luce in un posto dove i cittadini sono rimasti al buio per troppo tempo.Riusciremo ad infondere il nostro virus della trasparenza e dell’onestà.

E’ solo l’inizio, ovviamente ora bisogna crescere, abbiamo fatto molto con pochissimi mezzi. L’arma in più che nessun partito ha è la passione per cercare di cambiare le cose. Cittadini liberi che fanno altro nella vita, hanno un altro lavoro e nel tempo libero si dedicano agli altri! Noi ci abbiamo messo questa, la passione e la voglia di mandarli tutti a casa, perché siamo stufi. Ci sono persone che non vedono questo  successo. Sono le stesse che ti chiedono perché non avete fatto il governo col Pd,  sono anche le persone che sono dentro al movimento ma che non vedono tutto quello che è stato fatto fino ad ora, non lo vedono perché hanno una visione molto ristretta, non vedono il traguardo finale, vedono l’immediato. Ragionano con i numeri dei consiglieri mancati, ragionano sull’opportunismo o sulla strategia politica.Queste persone non sanno lavorare in gruppo e non capiscono cosa significhi lavorare in un gruppo. Sono quelle persone che tendono sempre a distruggere e mai a costruire, non riescono a dare una svolta positiva alla loro visione catastrofica, vedono solo la propria visione e questa visione, per loro, è l’unica giusta.

In questi tre anni di attivismo ho imparato a confrontarmi e a mettere davanti alle mie idee le idee degli altri, condividerle e cercare insieme di portarle avanti, senza mai prevaricarle. Se non sono d’accordo non esco e sbatto la porta, cerco di parlare e confrontarmi. Questo significa lavorare in gruppo mettere insieme tutte le proposte e portarle avanti, anche se diverse.

Quindi a queste persone chiedo fortemente, noi ci siamo…e voi?

Categorie
MoVimento 5 stelle Uncategorized

Ecco perché votare Il Movimento 5 stelle!

922660_10200858758778843_963385521_o

Mancano 3 giorni all’ora x, ci siamo.

Sono passati quasi tre anni quando l’ex municipio 19, ora 14, cominciava a prendere forma.

Siamo partiti con l’acquisto di un tavolino che ancora oggi gira per il municipio, pagato con i miei soldi a 17 Euro.

Oggi siamo riusciti a presentare una lista competente e piena di persone che hanno voglia di cambiare questo sistema.

Abbiamo un sindaco, Marcello De Vito, votato dalla base e un gruppo di consiglieri all’altezza per questa città.

Vorrei che il Movimento avesse il 51% dei voti già lunedì alle 15.01 ma so che non sarà così.

Forse riusciremo ad andare al ballottaggio, lo spero.

Lo spero perché dopo tutti questi anni passati in riunioni e piazze sarebbe il giusto riconoscimento per centinaia di ragazzi che si sono fatti il mazzo sacrificando famiglia, amici e tempo libero per un progetto comune.

Questo progetto ci rende orgogliosi di essere romani e cittadini italiani.

Siamo quelli che non si arrendono, noi non vogliamo lasciare questa città in mano ai soliti noti.

Vogliamo restituire la città ai cittadini, noi siamo i cittadini.

camp

Anche i politici sono cittadini, ma noi, quelli veri, non faremo questo mestiere per tutta la vita se non per un limite di tempo(max due legislature), poi torneremo a fare quello che abbiamo sempre fatto.

Il nostro programma è frutto di tavoli di lavoro, dove persone competenti, appassionate, hanno contribuito a redigere un programma, che se ci fosse data la possibilità di metterlo in atto, Roma cambierebbe e finalmente potrebbe tornare a quei livelli che le competono.

Per chi si fosse perso il programma questo il link

Vi elenco almeno dieci motivi perchè dovreste votare Movimento 5 stelle (per un voto corretto due croci, una sul nome del sindaco MARCELLO DE VITO e l’altra sul simbolo e scrivere a fianco due preferenze(un uomo e una donna) sia sulla scheda celeste(comune) che quella rosa(municipio):

  1. Questa città è sempre stata governata dal centro sinistra e dal centro destra con risultati a dir poco disastrosi
  2. Non abbiamo favori da rendere a NESSUNO. Non abbiamo alle spalle gruppi di potere, banche o lobbisti da tutelare
  3. Rifiutiamo i rimborsi elettorali, ci riduciamo gli stipendi,restituiamo i soldi non spesi.
  4. Per essere un portavoce devi essere INCENSURATO, NON APPARTENERE A PARTITI POLITICI e FARE MASSIMO DUE MANDATI ELETTORALI
  5. Ogni candidato è stato votato dalla base.Nessun capo partito ha imposto le liste municipali e comunali.
  6. Una volta entrati in comune renderemo trasparente ogni atto, faremo le dirette streaming del consiglio comunale e dei consigli municipali.
  7. Continueremo a fare attività sul territorio con assemblee pubbliche per sentire i cittadini, ogni settimana, in tutti i municipi.
  8. Il nostro programma è un programma aperto, sicuramente ci sono cose da migliorare e questo lo faremo insieme alle persone che si attiveranno nel territorio, senza escludere nessuno.
  9. Vogliamo cittadini consapevoli e informati che possano partecipare con le loro idee a migliorare questa città
  10. Vogliamo creare una comunità di persone che insieme, senza nessun leader, possa cambiare veramente le cose senza lasciare nessuno indietro.