Categorie
Uncategorized

A Roma c’è il futuro

57059835_10218681348773320_6593532633454477312_n

A Roma c’è il futuro, sbarcano le auto da corsa elettriche.

Bolidi sibillanti pronti a sfrecciare sulle strade romane in una cornice di pubblico e storia che nessuno possiede.

A Roma c’è il futuro e non altrove.

In Italia sbarca per la seconda volta la gara delle monoposto elettriche, la tecnologia ha fatto passi da gigante. Ora non si dovrà più cambiare l’auto a metà gara, ora si è sviluppata una batteria più capace e duratura.

Nella città eterna e ricca di storia, un’altra pagina verrà scritta, per i prossimi 4 anni l’Eprix ha scelto la città eterna.

Un evento che raccoglie la tecnologia del futuro, il futuro è già qui.

Questo il programma:

eprix.jpg

Sapete quanto non mi piacciano le automobili e considero il futuro della mobilità nelle grandi città lontano dall’uso dell”auto privata e personale.

Il futuro della mobilità in città non potrà prescindere dalla condivisione dei veicoli con politiche di incentivi per utilizzare biciclette e trasporto pubblico.

L’auto elettrica risolverà problemi di inquinamento nelle città, sicuramente i nostri polmoni ringrazieranno,  la mobilità però non potrà svilupparsi esclusivamente sulle quattro ruote.

Muoversi in maniera diversa sarà la sfida del domani, bisognerà farlo sviluppando reti di funivie urbane, metro di superficie, tram, corsie ciclabili, sviluppo dell’uso della bicicletta, car sharing, car pooling e politiche di mobilità manageriale delle aziende, rivisitazione degli orari di lavoro e delle scuole. Ri-costruzione degli arredi urbani, zone 30, senso unico eccetto bici, ricostruzione dei marciapiedi e degli spazi condivisi e lavoro serio sulla sicurezza stradale.

C’è un lavoro immenso che non potrà limitarsi solamente allo sviluppo dell’auto elettrica.

Solo così il futuro sarà sostenibile nelle nostre città.

Per ora a Roma godiamoci la bellezza di queste automobili che portano investimenti e futuro nella nostra città.

Il futuro è a Roma, Sabato.

Ci vediamo all’EUR.

 

 

Categorie
MoVimento 5 stelle Uncategorized

E che cambiamento sia…

FILES-ITALY-POLITICS-ELECTION-GOVERNMENT

In bocca al lupo e che sia un governo di cambiamento,
dove finalmente il cittadino sia messo al centro e non più ai margini.
Dove gli interessi delle singole persone vengano prima di ogni altro interesse economico finanziario.
Dove i diritti siano garantiti e i doveri considerati.
Dove la legge sia rispettata e non più disattesa.
Una squadra degna di essere il governo della nazione più bella del mondo che riconosca e valorizzi la nostra cultura e il nostro meraviglioso paese.
Un governo che sappia riconoscere le vere difficoltà di ogni singola realtà, dall’imprenditore che non ce la fa a pagare gli stipendi e a mandare avanti la sua azienda,
ai lavoratori che hanno subito,con una riforma infame del lavoro, portata avanti dalla cosiddetta sinistra, ogni privazione dei diritti.
Dove i più deboli e gli emarginati siano finalmente i protagonisti delle azioni del governo.
Insomma abbiamo bisogno di sognare un paese moderno, nuovo, che punti alle rinnovabili da subito, abbandoni i fossili, che punti allo sviluppo tecnologico, ai rifiuti zero, al riciclo e al riuso, ad una crescita non più intesa come consumistica ma una crescita che deriva dalla felicità delle persone e al benessere della nostra società.
Un governo che punti ad un diverso tipo di approccio alla mobilità, alla ricerca, alla cultura e che guardi al futuro con gioia senza paura, puntando sui giovani, riformando la scuola e il lavoro.
C’è tanto da fare e sarà durissima, abbiamo visto che tipo di ‘trattamento‘ mediatico ha subito il professor Conte in questi giorni. Ora sarà la volta dei ministri.
Lo vediamo tutti i giorni su Roma e su Torino. Città dove le risorse comuni sono state spolpate da politici senza scrupoli e nel silenzio dei media e che ora al minimo disagio vengono sbattute in prima pagina ogni giorno.
Ci faranno le pulci, come giusto che sia, magari se lo avessero fatto anche con gli altri forse saremmo stati un pochino meglio.
Ho fiducia nella voglia di cambiare delle persone.
Il popolo italiano dovrà però cambiare atteggiamento,
cercare la via dell’onestà in tutte le sue azioni quotidiane,
svelare i soprusi e non abbassare la testa,
ogni singola minaccia dovrà essere denunciata,
ogni tipo di corruzione resa pubblica,
solo così un paese e un popolo potrà cambiare.
Oggi moriva Falcone e oggi nasce un nuovo governo,
speriamo sia di buon auspicio.
Un governo che dovrà mettere l’interesse collettivo prima di quello personale,
che dovrà lavorare a testa bassa e puntare dritto all’obiettivo di riportare l’Italia ai vertici Europei e Mondiali.
Dopo anni di lotta, abbiamo un governo a 5 stelle, certo con un ‘socio’ scomodo e non certo in linea con i nostri principi, ma una quadra si è trovata grazie al grande lavoro di Luigi Di Maio che si è dimostrato alla fine un grande politico, freddo e deciso.
Ha costretto la Lega a lasciare il condannato e messo all’angolo Renzi.
Grazie
Categorie
Uncategorized

Black Friday…amare riflessioni.

frid

Non so se lo avete capito ma oggi è il Black Friday!

Forse chi abita fuori dalla nostra galassia non ha sentito questa spinta consumistica che ha decretato la fine della ragione umana. Radio TV Giornali e Siti Internet ci hanno bombardato nella guerra alla nostra intelligenza.

Negozi presi d’assalto, file chilometriche nei centri commerciali, persone che si spintonano e il frenetico click del mouse per ricercare l’offerta della vita!!

Black Friday? Chiamerei questo giorno Black Soul, l’anima nera del nostro essere.

Di nero purtroppo ci sono solo le nostre vite che vengono spinte al consumismo più sfrenato, perché sappiamo bene che CONSUMARE è il motore del nostro mondo effimero.

Consumare fa crescere il PIL, in un mondo che è FINITO(nel senso matematico) consumare all’eccesso porta alla distruzione delle risorse e del pianeta, quando lo capiremo sarà troppo tardi.

L’importante oggi é ACQUISTARE perché conveniente,

La felicità OGGI, nel nostro mondo opulento, è trovare l’oggetto del desiderio a 30 Euro in meno.

La società dei consumi ci ha detto che la felicità consiste nell’avere le cose, e non è riuscita a insegnarci la felicità di non avere le cose.
(Elise Boulding)

Questa frase mi è sempre piaciuta e con questa vorrei concludere questo articolo:

Le persone sono state create per essere amate.

Le cose sono state create per essere usate.

Il motivo per cui il mondo è nel caos è che si amano le cose e si usano le persone
(John Powell)

Categorie
Uncategorized

#5MinutiPerRoma

Roma-al-tramonto

 

Scusi, ha 5 minuti??

No No..mi dispiace vado di corsa, mi scusi!

Spesso questa è la risposta che diamo quando qualcuno ci chiede del tempo e ci distrae dalla nostra routine quotidiana.

E se quella domanda non fosse posta da una persona ma da una città?

Una città nella quale viviamo e che amiamo come se fosse una persona a noi cara?

Parlo della nostra amata Roma, tanto deturpata negli anni da molte persone incivili e menefreghiste.

È ora di dimostrare quanto l’amiamo!

Vorrei lanciare un’iniziativa che testimoni l’amore per la città eterna da parte di cittadini consapevoli.

Questo amore lo possiamo dimostrare regalando 5 minuti della nostra vita a questa città.

Quindi vorrei proporre a tutti i romani di partecipare via INSTAGRAM o FACEBOOK  a questa iniziativa d’amore.

Come fare?

I 5 minuti da dedicare a Roma in pratica consistono in piccole azioni di RETAKE che verranno ‘documentate’ facendo una foto alla situazione di degrado/inciviltà/incuria e una foto alla risoluzione del problema. 

Ad esempio potrebbe essere una bottiglia buttata in strada oppure un pacchetto di sigarette o delle buste di plastica o delle cartacce gettate a terra o qualsiasi altra situazione.
Si fa la foto del prima e del dopo e si posta sui social con hastag

#5MinutiPerRoma.

Basterebbero 5 minuti a cittadino per rendere il posto in cui viviamo migliore.

Ovviamente tutto questo non è per sostituirci ai servizi comunali, per i quali paghiamo le tasse e che giustamente dobbiamo pretendere che facciano il loro lavoro, ma è per dare un segnale di senso civico a tutti gli incivili ed isolare queste persone facendoli sentire in minoranza, vi ricordate la teoria delle finestre rotte?? Ecco si devono sentire isolati.

Facendo vedere che se loro sporcano ci sono molti più cittadini che puliscono, ne sono convinto e dare un segnale di senso civico sopratutto ai ragazzi che con i social ‘smanettano’ credo sia molto importante.

Magari fare delle foto divertenti potrebbe essere il modo per invogliare sempre più a postare e partecipare anche per piccoli interventi.

Tutte queste foto verranno postate nelle pagine social instagram facebook Twitter l’hashtag:   #5minutiPerRoma.

Tutto questo per dimostrare che esistono nella città più bella del mondo cittadini consapevoli che dedicano il loro tempo al bene comune, dedicando solamente 5 minuti del proprio tempo nell’arco della giornata.

Non si tratta di un Movimento politico, l’unico colore è quello della passione e la voglia di vedere Roma rinascere nel decoro.

La politica la lasciamo fuori per un istante e cerchiamo il senso civico di tutti i cittadini consapevoli.

Quindi spero che l’iniziativa prenda piede, questa idea mi è venuta vedendo un profilo che ha avuto un successo mondiale per pulire le spiagge, che se vi interessa potete vedere qui

Allora buoni #5MinutiPerRoma

Categorie
MoVimento 5 stelle Uncategorized

La visibilità

Immagine

La visibilità è una brutta bestia,

dopo aver visto persone che hanno fatto di tutto per stare attaccate al famoso di turno faccio questa riflessione che un po’ mi rattrista.

Ho visto persone che per una foto o una comparsata in televisione hanno sgomitato come se apparire fosse la cosa più importante, persone che magari avevano preso degli impegni e che poi pur di apparire si sono dimenticate degli impegni presi, facendo saltare una riunione, un lavoro di gruppo,una conferenza o solamente lasciato a casa la famiglia per il solo gusto di apparire con il “personaggio”.

Persone che si dimenticano del gruppo, che quando sono vicini alla celebrità si dimenticano tutto, questo non è accettabile.

Noi dovremmo essere diversi?

Dovremmo riuscire a distaccarci dall’apparire e dalla ricerca ossessiva della visibilità,

noi siamo qui per cambiarlo questo mondo oppure vogliamo solamente sostituire persone con altre persone uguali?

Come lo vogliamo questo mondo?

Continuare a “idolatrare” una persona, anche se capisco le ragioni e che ringrazierò sempre per avermi aperto gli occhi, non ci porterà da nessuna parte.

Non bisogna mettere al centro una persona, dobbiamo essere noi, ognuno di noi, al centro della nostra vita.

Chiudo con un pensiero di P.Barnard che condivido e spero faccia riflettere:

E sia chiaro per tutti: sono le idee fornite da gente come me che devono essere discusse SENZA IL NOSTRO VOLTO, discusse da voi cittadini protagonisti e solo perché siate voi a produrre l’idea finale per agire, la VOSTRA idea. Questa sì che deve avere un volto di un Vip, il vostro.

Se non volete per nessuna ragione al modo capire che IL CENTRO DELL’IMPORTANZA SIETE VOI, e che i cosiddetti ‘Personaggi Pubblici’ che costellano la vostra vita e Facebook sono SEMPRE i vostri nemici perché vi usurpano il posto che vi toccherebbe al centro, allora andate al macero. Ma non mi ci portate con voi, ok? Quindi: chiunque mi scrive ammirandomi e chiunque si lista come mio fan mi fa danno. Fatemi sparire da Facebook e trattatemi come una Garzantina. O se no sparite voi dalla mia vita. P.Barnard